Novità dell’inverno 2016/17 in Tirolo

A Sölden con l’impianto Giggijochbahn verrà realizzata la funivia monofune con movimento unidirezionale a 10 posti più potente al mondo, St. Anton am Arlberg con la costruzione di 3 nuove funivie assurgerà a comprensorio sciistico più esteso dell’Austria, mentre gli impianti Stubaier Gletscherbahnen daranno il via alla stagione con l’avvio della nuova funivia a 3 funi Eisgratbahn. Inoltre, in molte località turistiche apriranno i battenti hotel moderni e del tutto particolari. Ma non mancheranno altre novità in Tirolo, come la flying fox di Ischgl o l’Eispark in Osttirol.

©(c) Obermoser Architektur

Sölden: una nuova dimensione in fatto di capacità e comfort

134 cabine, 4.500 persone l’ora, una corsa di 9 minuti scarsi: questi i dati salienti della nuova funivia monofune con movimento unidirezionale a 10 posti che in futuro porterà gli sciatori e gli appassionati di snowboard in cima al Giggijoch di Sölden. La funivia è stata realizzata nel tempo record di sette mesi. L’accesso e la discesa sono stati realizzati al livello del suolo, senza barriere architettoniche, e le cabine sono dotate di altoparlanti e impianto di illuminazione. Inoltre, la nuova Giggijochbahn è caratterizzata da un’elevata silenziosità, dalla resistenza al vento e da cabine spaziose. Questo impianto, progettato dalla Doppelmayr, non è soltanto straordinario per le sue caratteristiche tecniche, ma è anche un gioiello in fatto di architettura. Come l’impianto Gaislachkoglbahn e il ristorante-gourmet IceQ, anche questa struttura è stata realizzata dall’architetto Johann Obermoser di Innsbruck. Il vecchio impianto Giggijochbahn, tra l’altro, è in fase di “upcycling”: sarà trasferito a Hochoetz dove sostituirà l’attuale impianto Ochsengartenbahn. Maggiori informazioni e immagini fotografiche ad alta risoluzione per la stampa: www.soelden.com/giggijoch-gondola

Stubai la funivia a tre funi più lunga delle Alpi

Con il finire della stagione invernale 2015/16, si è dato l’addio alla vecchia funivia Eisgratbahn dopo 43 anni di onorato servizio, al suo posto ci sarà la nuova funivia a 3 funi, la più lunga del suo genere in tutto l’arco alpino. Per una lunghezza totale di 4,7 chilometri, i suoi ospiti potranno in futuro raggiungere in soli 11 minuti la stazione a monte del ghiacciaio. La capacità dell’Eisgratbahn passa da 1.500 a 3.000 persone l’ora. La nuova funivia sarà efficiente, ma anche elegante. Le sue cabine, infatti, sono state progettate dall'azienda Pininfarina, un'eccellenza italiana del car design conosciuta in tutto il mondo. Sedili in vera pelle, W-LAN e vetrate panoramiche assicurano il massimo comfort. I responsabili della società Stubaier Gletscherbahnen hanno investito ben 60,6 milioni di euro in questo progetto che rappresenta una pietra miliare nella storia degli impianti di risalita. Mai prima d’ora una società austriaca aveva investito una somma tanto cospicua in un unico impianto di risalita. L’avvio della nuova 3S Eisgratbahn è programmato per il 22 ottobre 2016. Per maggiori informazioni: https://www.stubaier-gletscher.com/it/stubai-live/news/diario-di-costruzione/

©Arlberger Bergbahnen

St. Anton am Arlberg si eleva a comprensorio sciistico più esteso dell'Austria.

Con l’apertura dell’impianto Flexenbahn di 1,8 chilometri tra Stuben/Rauz e Zürs, e dei 2 impianti Trittkopfbahnen, St. Anton diventerà il comprensorio sciistico più esteso dell’Austria. Nella regione dell’Arlberg gli appassionati di sport invernali troveranno ad attenderli ben 305 chilometri di discese segnalate e 87 impianti di risalita. Da questa stagione l’Arlberg-Arena si estenderà da St. Anton in Tirol attraverso Lech e Zürs fino a Warth e Schröcken in Vorarlberg. Con il collegamento all’Arlberg-Arena nascerà anche un nuovo avvincente circuito sciistico: il “Run of Fame”. Per percorrere i 65 chilometri di pista e i 18.000 metri di dislivello dal punto più a sud di St. Anton (Rendl) fino al punto più a nord di Warth e ritorno, anche gli sciatori provetti avranno bisogno di un’intera giornata, anche se ci sono vari punti di accesso lungo il circuito. Per maggiori informazioni: www.stantonamarlberg.com/it/inverno/comprensorio-sciistico-arlberg/closing-the-loop

Impianti: ulteriori novità

A Skiwelt Wilder Kaiser-Brixental dal prossimo inverno si verrà trasportati a monte su una cabinovia del tutto speciale: una a 10 posti che ha in serbo una sorpresa. Quale? Per ora resta un segreto. Questa nuova cabinovia sostituirà la seggiovia a 2 posti Salvenmoos di Hochsöll che è stata in funzione per quasi 30 anni.

A Ischgl protagonista della stagione invernale una nuova seggiovia in grado di trasportare 3.200 persone all’ora. La particolarità è che i due impianti di risalita utilizzano lo stesso pilone: il pilone n. 9 dell’impianto Höllbodenbahn, infatti, è anche il pilone n. 3 dell’impianto Flimjochbahn. Chi volesse andare dalla Idalp al passo Flimjoch, potrà quindi godere del comfort della nuova seggiovia. Oltre a una maggiore capacità di portata, a Ischgl è stata migliorata anche l’area sciistica dell’impianto.

Ultima ma non ultima l’infrastruttura della Zillertal, già di per sé pregiata, è stata rinforzata da due nuovi impianti: La cabinovia a 10 posti Dorfbahn di Gerlos e la seggiovia a 6 posti Waidoffen, le quali, offriranno in futuro ancora più comfort sulle piste. Inoltre, sull’Hintertuxer Gletscher apre una “funslope” con diversi ostacoli, ideale per sciatori, snowboarder, bambini e adulti.

Non solo novità sulle piste ma anche nelle strutture alberghiere

In Tirolo le novità non si fermano alle piste: progetti alberghieri innovativi e dallo spiccato carattere permetteranno agli ospiti di sentirsi come a casa propria. A partire dall’elegante aparthotel e dagli chalet ricchi di stile di Lermoos dove poter vivere un’emozione unica fin dal primo istante. L’Aparthotel Pure Lermoos nella Tiroler Zugspitzarena è stato inaugurato nell’estate del 2016. Oltre agli appartamenti mette anche a disposizione dei suoi ospiti eleganti chalet in stile alpino, tutti con vista sulla Zugspitze, nonché un eccellente ristorante, un accogliente bar con pasticceria e un reparto benessere. Spostiamoci nella piccola località di Zöblen a 1.100 metri sul livello del mare, dove aprirà il Natur- & Biohotel Bergzeit. Regionalità e sostenibilità garantiscono qui una vacanza in sintonia con la natura. A Hopfgarten im Brixental nella regione dell’Hohe Salve verrà avviato entro dicembre 2016 un progetto straordinario con lo Sportresort Hohe Salve, dove per 365 giorni l’anno si punterà sulla forza del movimento. In collaborazione con la facoltà di Scienze dello Sport dell’Università di Innsbruck e con esperti del campo è stato sviluppato un programma per elaborare piani di allenamento indoor e outdoor, studiati appositamente per le esigenze personali degli ospiti. A Leutasch, nella regione di Seefeld, la famiglia Pichler attiva nel settore della ristorazione già dal 1964, apre anche un aparthotel, il Pichler’s Alpenlodge****, che offre uno stile di vita esclusivo, dallo charme alpino, in spaziose suite e appartamenti, rigorosamente privi di barriere architettoniche e con attenzione ai dettagli. Infine a Hall, nel dicembre 2016, aprirà i battenti un moderno e caratteristico albergo cittadino per seminari: il 4Rest Hotel, che con 112 stanze, una sala conferenze, un’aula congressi e quattro piccoli sale riunioni.

Per i più sportivi: il Flying fox a Ischgl e le arrampicate su ghiaccio

Nell’inverno 2016/17 Ischgl offre una Flying Fox di due chilometri come avvincente alternativa alla discesa a valle. Ci si potrà lanciare in coppia dalla stazione intermedia a 50 metri di altezza e sfrecciare a valle raggiungendo una velocità di 84 km/h: traguardo la terrazza sul tetto della stazione degli impianti Pardatschgratbahn. Il tutto, ovviamente, con gli sci ai piedi. Una discesa con l’Ischgl Skyfly costa 39 euro a persona (bambini fino ai 17 anni: 25 euro). I biglietti possono essere prenotati online con l’inizio della stagione invernale o acquistati presso la stazione intermedia dell’impianto Silvrettabahn. Gli appassionati di arrampicata su ghiaccio in Osttirol, potranno invece godere della novità introdotta all'inizio del 2016 dalle guide alpine di Kals con l’Eispark Osttirol: un punto d’incontro presso il rifugio Matreier Tauernhaus nella Tauerntal dove si offre a principianti, professionisti, ospiti e abitanti del luogo un approccio facile e sicuro all’elemento ghiaccio.